Informazioni personali

La mia foto
Dear friends, Thank you for visiting My profile! You're welcome! My passions are animals, beauty, fashion and food. You will find these things, surfing My blog! And, of course, you will see My lovely, sweet and lazy Mr Cat! Follow me and my friend Mr Cat on our blog http://elefantest89.blogspot.it ; If you are a Company, and you are interested in cooperation, you can contact me at elefantest89@gmail.com

sabato 13 aprile 2013

Porta in tavola il biologico con Pema!

Eccomi qui, a presentarvi una nuova azienda. E' per me un grande piacere ospitare Pema nel mio blog.
La storia delle aziende non è diversa dalle storie di vita, a volte il caso gioca un ruolo importante.
Quella di PEMA comincia da un malinteso linguistico.
 Heinrich Leupoldt faceva il pasticcere continuando l’opera dei suoi genitori, Adam e Elise, che nel 1905 avevano aperto un negozio a Weissenstadt nel Parco Naturale del Fichtelgebirge.
Specialità i Lebkuchen, tipici dolci tedeschi di panpepato.
Un giorno legge che un’azienda dei dintorni mette in vendita macchinari per la lavorazione dei Lebkuchen e con l’idea di incrementare la sua attività di pasticcere, la compera. Subito dopo però scopre l’equivoco: si tratta di macchinari progettati per una certa qualità di pane nero, che in Boemia ha lo stesso nome dei dolci di panpepato.
Accetta il capriccio del destino, non si scoraggia e decide di mettersi a fare anche il pane. Lui è un pasticcere e sa lavorare di fino, conosce tutti i segreti della sua arte e li mette al servizio della nuova attività.
PEMA nasce così. E’ il 1950.
Il nome è lo specchio del progetto: Pema in tibetano significa fior di loto e ha come significato simbolico la purezza. Una bella intuizione, vista con gli occhi di oggi. Tre sono infatti i principi-guida della nuova attività:
-usare cereali provenienti da un’agricoltura pulita, senza chimica;
-scegliere lavorazioni semplicissime, capaci di esaltare il gusto e di mantenere intatte le proprietà nutrizionali dei cereali;
-usare tutto il tempo che serve.
 Sono le regole per fare un pane buono. Ma anche un pane che fa bene.
.
L’esperienza di Heinrich si concentra subito sulla lievitazione naturale, l’unica in grado di dare al pane un sapore inconfondibile, renderlo più digeribile e mantenerlo fresco a lungo. Mette a punto la “sua” ricetta. Da allora è rimasta immutata. Ed è un segreto di famiglia.
La freschezza del pane è per lui un aspetto fondamentale. Studia e realizza uno speciale confezionamento che, insieme alla pastorizzazione, permette di portare in tavola un pane fresco per molti giorni. Senza usare conservanti e additivi. Sono i punti di forza che mettono PEMA sulla strada maestra della qualità.
Franz Leupoldt entra in azienda nel 1960. Progetta macchinari in grado di automatizzare la produzione del pane, in particolare la cottura, una componente fondamentale della filiera. Il suo è un importante contributo tecnologico che traghetta PEMA dalla fase artigianale a quella industriale. Senza cambiare le regole e mantenendo intatta la qualità della produzione.


Segale integrale, acqua, sale e nient’altro. Detta così pare una cosa semplice da fare, invece no.
Il sentiero che va dal campo alla tavola porta alla semplicità con un percorso lungo e tutto in salita. Per non perdersi bisogna conoscere i passaggi chiave e non prendere scorciatoie. Niente trucchi, insomma.
Bisogna darsi delle regole, per fare un pane buono e semplice.
La scelta dei cereali innanzi tutto e una lavorazione che mette la lentezza fra gli ingredienti, affinché i processi possano maturare senza forzature.
I nostri cereali crescono nella stessa regione dove ha sede l’azienda, sono coltivati con il metodo dell’agricoltura integrata e sottoposti a puntuali controlli - dalla semina al raccolto. Il loro cammino per diventare pane PEMA comincia con l’acqua pura del Fichtelgebirge con la quale vengono lavati e poi lasciati in ammollo per avviare la germinazione e, ancora umidi, macinati senza ridurli in farina. Cominciano subito gli impasti e l’avvio della lievitazione con pasta madre, poi una cottura lenta a bassa temperatura. Così i cereali mantengono tutte le caratteristiche nutrizionali. Perché possano però esprimere al meglio tutte le loro qualità, il pane riposa 24 ore dopo la cottura prima di essere pastorizzato e confezionato.




PEMA è il pane con la lista di ingredienti più corta che ci sia: segale
integrale, acqua, sale e nient¹altro. Un pane naturale, semplice e buono.
Ideale per colazioni, spuntini, brunch, ma utile anche come ingrediente in
cucina.



Io ho ricevuto diverse varietà di questo prodotto:
Pema pane integrale di farro;
Pema pane integrale ai 4 cereali;
Pema pane integrale con semi di link;
Pema pane integrale di segale.

Devo dire che il mio preferito è Pema integrale ai 4 cereali.
Mi piace gustarlo così, al naturale. Prima però lo faccio bene tostare per farlo diventare croccante!
Ed ecco qui, uno spuntino semplice e sano, ricco di fibre che si sa aiutano anche anche la peristalsi intestinale (e nel mio caso è l'ideale)!




PEMA distribuisce in Italia la linea classica (segale integrale) e le
varianti ai semi di girasole, agli otto cereali, con avena.
Da poco è sugli scaffali anche la linea biologica.


Puoi trovare tutte le informazioni su di noi visitando il sito
internet http://www.pema.de/it
Puoi diventare fan di PEMA su Facebook https://www.facebook.com/PanePema
e seguire il brand su Twitter @PanePema.

Un saluto a tutti
Elefantest e il Signor Gatto







17 commenti:

  1. Mamma mia quante belle collaborazioni amica mia a momenti non riesco a starti dietro ahahahahah bona giornata;-)

    RispondiElimina
  2. Effettivamente è così come dice Ombretta...qui non ti stiamo più dietro :)))) Un bacio!

    RispondiElimina
  3. Ne ho mangiato uno simile in vacanza a Dobbiaco mi piace tanto. Kiss Marcella

    RispondiElimina
  4. peccato che questo tipo di prodotti non si trovino ovunque!
    ps ti ho taggato in un post sul mio blog...spero ti faccia piacere ;)

    RispondiElimina
  5. Interessanti i prodotti! :)
    Ti va di seguirci a vicenda su GFC?? :)

    Ti aspetto

    The Annelicious

    RispondiElimina
  6. Complimenti anche per quest'altra bellissima collaborazione!!!
    A me il pane integrale piace molto...e questi prodotti sono sicuramente ottimi!!!
    Un bacione e buon weekend!!!
    Rosy

    RispondiElimina
  7. anche io ho provato questo pane l'ho trovato ricco di ingredienti importanti e naturali; si presta a molte preparazioni ma è buono anche da mangiare semplice

    RispondiElimina
  8. Abbiamo ricevuto anche noi questa collaborazione, devo dire che questo pane è buono però dopo che ne mangio un pò mi sento molto piena...anche troppo!!!

    RispondiElimina